domenica 25 maggio 2008

Economia e democrazia: Festival di Trento

Il prossimo weekend vado con alcuni amici al festival dell'economia di Trento. E' un'iziativa per diffondere questa astrusa scienza, sulla falsariga del festival della letteratura di Mantova.

L'idea è di andare sicuramente domenica 1 giugno, lasciando aperte le possibilità di farsi un giro per Trento e dintorni quel giorno o i giorni vicini.


Perché venire? Chi non ne sa nulla potrebbe pensare di usare meglio il ponte dei primi di giugno. A questo proposito ho raccolto una serie di detti secondo me illuminanti a questo riguardo.

  • Marty Allen: Un'analisi economica di solito rivela che il momento migliore per comprare qualunque cosa era l'anno scorso.
  • Beppe Grillo: L'economia, se dovessi visualizzarla così, con un'immagine, sarebbe un cane, gioioso, ma non che muove la coda... è la coda che muove il cane.
  • John Kenneth Galbraith: La sola funzione delle previsioni in campo economico è quella di rendere l'astrologia una disciplina più rispettabile.
  • Carl William Brown: In economia il fattore umano è determinante, ma poiché è un fattore demenziale, potete ben capirne le conseguenze.
  • Carl William Brown: Qualunque sia la politica economica, qualunque sia il governo, qualunque sia la congiuntura internazionale, a pagare di più è sempre chi ha di meno.
  • Samuel Butler: La pubblicità promuove quel divino scontento che spinge la gente a migliorare il proprio status economico.
  • Anonimo: Per corrugare la fronte si mettono in movimento ben sessantacinque muscoli. Per sorridere solo diciannove. Allora, almeno per economia, sorridi!
  • Anonimo: L'onore viene dalla diligenza, la ricchezza dall'economia.
  • Anonimo: Quando Chuck Norris gioca a Monopoli, influenza l'andamento dell'economia mondiale.
  • Anonimo: Gli ingegneri sono notoriamente poco spendaccioni, non per avidità o per umiltà, ma perché ogni situazione in cui sia necessario spendere del denaro può essere vista come un problema di ottimizzazione del tipo: "Come posso uscire da questa situazione conservando la maggior quantità possibile di denaro?" Il vero ingegnere comincerà immediatamente a scrivere una funzione di sette variabili e a minimizzarla con un sistema di equazioni differenziali che, per poter essere risolto, necessiterà di una serie di approssimazioni successive che renderanno il risultato del tutto inaffidabile.
  • John Maynard Keynes: Le idee degli economisti e dei filosofi, sia quando sono nel giusto, sia quando sbagliano, sono più forti della conoscenza della gente comune. Invece il mondo non è governato dalle loro idee, ma da qualcosa di diverso. Gli uomini politici, infatti, credono erroneamente di essere esenti da influenze intellettuali, e sono di solito schiavi di qualche economista defunto.
  • Saggezza popolare: El tabàr'l è mìia bòon per n'àqua sóola. Il tabarro non è buono per un'acqua sola.

e per finire, una barzelletta di quelle che fanno divertire fisici e ingegneri. Se non appartenete a queste categorie o a quella dei matematici saltatela pure, economizzerete sul tempo :D
  • Un ingegnere, un fisico ed un matematico vanno tutti alla stessa conferenza e albergano nello stesso, economico hotel. Ogni stanza ha la stessa economica tv, lo stesso economico letto, ed un piccolo bagno. Al posto dell'impianto antincendio a doccia, l'hotel ha optato per dei secchi d'acqua. L'ingegnere, il fisico ed il matematico vanno a letto e si addormentano. Verso le due del mattino, l'ingegnere si sveglia perché sente odore di fumo. Guarda nell'angolo della stanza e vede che il televisore ha preso fuoco! Si precipita in bagno, riempie con acqua il secchio antincendio fino a farlo trabordare, ed inzuppa da cima a fondo il televisore. Il fuoco è domato, e l'ingegnere torna a dormire. Poco dopo, il fisico si sveglia perché sente odore di fumo. Guarda nell'angolo e vede che il televisore ha preso fuoco. Prende una calcolatrice, stima il potere calorifico del fuoco, fa un piccolo calcolo, quindi si precipita in bagno e riempie il secchio antincendio con la minima quantità di acqua necessaria per domare le fiamme. Il fuoco si spegne e lui torna a dormire. Pochi istanti dopo, il matematico si sveglia sentendo odore di fumo. Guarda nell'angolo e vede che il televisore sta bruciando. Guarda in bagno e vede il secchio antincendio. Determina che esiste una soluzione, e torna a dormire.
L'economia, come altre brutte bestie, se la conosci la eviti, se la conosci non ti uccide... Chi è interessato a venire con noi si faccia vivo, così definiamo bene il piano per andare e cosa fare...

Saluti, a presto.
Christian

1 commento:

  1. Carino e soprattutto ben fatto il blog.
    Il template l'hai scelto tu o te lo sei fatto fare?
    Comunque come inizio non c'è male, molto, ma molto meglio del mio (di inizio)...

    ...ma soprattutto questo è anche il primo commento! Gh gh gh...

    L'unica cosa che mi scoccia è che non sono riuscito a commentare senza dovermi iscrivere a Blogger.

    RispondiElimina

Archivio blog